sabato 7 gennaio 2017

La Vrisea

La Vrisea è fra tutte le bromelie la più bella.
Cugina dell'ananas, proviene da zone tropivali e vive aggrappata alle piante senza sfruttare quest'ultime,essendo epifita ma non parassita.
Pianta facilissima nella coltivazione si ambianta facilmente a tutti gli appartamenti ma teme il gelo.
Spesso viene consigliato di tenere aempre acqua nel pozzetto centrale della pianta ma questo non è del tutto corretto,perchè questo accorgimento va bene solo quando la pianta non è fiorita e visto che viene sempre acquistata in procinto di fiorire l'acqua nel pozzetto può portare marciumi e compromettere la vita stessa della vrisea.
La vrisea ha una fioritura breve ma le brattee colorate durano a lungo.
Una volta secche le brattee, la pianta madre muore e alla base di essa nasceranno nuove piantine.
Far fiorire una vrisea o le bromelie in genere non è facile,i floricultori che la coltivano  versano acetilene diluita nell'acqua nel pozzetto centrale . Un metodo curioso da provare è quello di chiudere in un sacchetto di nylon la vrisea insieme ad una mela matura per una settimana, la mela maturando svilupperà etilene e questo gas stimolerà la vrisea a fiorire.

Nessun commento:

Posta un commento